Prenotazione prodotti antivarroa 2020

Le temperature miti dello scorso inverno hanno in quasi tutte le zone determinato un periodo molto limitato di blocco di covata con le seguenti ripercussioni:

  • la riproduzione di varroa non si è quasi mai interrotta, andando di pari passo con la presenza di covata;
  • l’efficacia del trattamento invernale con acido ossalico potrebbe essere stata in alcuni casi ridotta.

Pertanto, è possibile che quest'anno si riscontrino infestazioni elevate di varroa già a fine primavera/inizio estate. Dunque, l’attenzione dovrà essere mantenuta alta e l’infestazione monitorata periodicamente durante le prossime settimane, per evitare spiacevoli sorprese a fine stagione produttiva. Il monitoraggio si può eseguire contando le varroe che cadono naturalmente sul cassetto antivarroa. In linea di massima, si stima che per ogni varroa che cade naturalmente in un giorno, vi sono circa 120-150 varroe nell’alveare. Data la variabilità nella caduta giornaliera di acari, è opportuno considerare il valore medio della caduta giornaliera stimata in un periodo di almeno una settimana. Una caduta media giornaliera superiore a 10 acari è da ritenersi critica per una colonia d’api, che necessita quanto prima di un trattamento acaricida.

Il piano di lotta alla varroa per il 2020, come indicato dai Servizi Veterinari Regionali in collaborazione con il Laboratorio Apistico Regionale (L.A.R.), sarà strutturato come negli anni precedenti su due trattamenti fondamentali e attualmente obbligatori:

TRATTAMENTO ESTIVO con queste due possibilità:

  • chi fa il blocco della covata: trattamento con prodotti a base di acido ossalico alla fine del blocco di covata, seguito da 2-3 cicli di timoli
  • chi non fa il blocco della covata: trattamento con prodotti a base di fluvalinate o amitraz in alternanza con 2-3 cicli di timoli o in alternativa trattamento con prodotti a base di acido formico

TRATTAMENTO INVERNALE: acido ossalico in assenza di covata

Con lo scopo di alternare e di uniformare fra loro i prodotti al fine di garantire a livello territoriale una migliore efficacia il Consorzio per quest'anno propone prodotti base di Apistan.

I prodotti utilizzabili per i trattamenti base, sono quindi i seguenti:

Trattamento

Prodotti

Dosi

Note

 

 

Estivo

 

Strategie tra loro alternative

Apistan + ApilifeVar

2 strisce + 2-3 confezioni

Buona azione anche con temperature medie

Apistan + Apiguard

2 strisce + 2 vaschette

Buona azione solo con temperature molto elevate

Apistan + Thymovar

2 strisce + 3 strisce

Applicabile con temperature non troppo elevate (non superiori a 25° C)

Apifor 60

variabile in base al modello di evaporatore

Buon azione solo con temperature costanti comprese tra i 20 e 30°C diurni, temperature più elevate posso provocare intolleranza al prodotto

MAQS

2 strisce

Acido ossalico + 2 o 3 cicli di timoli

Dopo blocco di covata (ingabbiamento regina o altro metodo)

Autunno

inverno

Acido ossalico

Azione molto elevata solo in completa assenza di covata

 

All’atto della prenotazione ogni apicoltore dovrà versare i seguenti importi a cui verrà detratto 1,5 euro per ogni alveare registrato in anagrafe apistica e sottoposto a trattamento quale quota spettante dal contributo pubblico (Il contributo pubblico spetta a tutti gli apicoltori in anagrafe apistica aventi sede legale o residenza in provincia di Pordenone):

 

APIGUARD

1,80 euro

1 vaschetta

APILIFEVAR

1,70 euro

1 confezione con 2 tavolette

THYMOVAR

6,60 euro

1 confezione con 5 strisce

APISTAN

1,90 euro

1 striscia

API-BIOXAL polvere

8,30 euro

busta da 35 g. per 10 alveari

35,00 euro

busta da 175 g. per 50 alveari

55,00 euro

busta da 350 g. per 100 alveari

API-BIOXAL liquido

15,00 euro

1 flacone da 1/2 litro per 10 alveari

88,00 euro

1 tanica da 5 litri per 100 alveari

APIFOR 60

10,00 euro

1 flacone da 1 litro per 2-3 alveari

41,00 euro

1 tanica da 5 litri per 12-13 alveari

MAQS

45,00 euro

Secchiello da 20 strisce per 10 alveari

 

PER EVITARE SITUAZIONI DI ASSEMBRAMENTO PER IL RITIRO A LUGLIO, A SECONDA DELLA DISPONIBILITÀ DEL FARMACO SARÀ POSSIBILE RITIRALO GIÀ AL MOMENTO DELLA PRENOTAZIONE. SI CHIEDE GENTILMENTE DI PREFERIRE LA PRENOTAZIONE VIA MAIL O TELEFONO E LA RICHIESTA DI APPUNTAMENTO.

Vi preghiamo di comunicare il prodotto che intendete utilizzare con una delle seguenti modalità:

  • direttamente in Consorzio (entro MERCOLEDÌ 17 GIUGNO); ricordo che la segreteria osserva i seguenti orari: mercoledì: apertura al pubblico dalle 16 alle 20; martedì e giovedì: solo prenotazioni telefoniche dalle 9 alle 11;
  • mediante mail da inviare a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Nella mail va indicato il nome e cognome dell’apicoltore, il tipo e il quantitativo di farmaci da prenotare e la sede dove si provvederà al ritiro (sede zonale o sede Consorzio a Pordenone). L’importo dovuto verrà versato al momento della consegna del farmaco;

    Le note informative sull’utilizzo dei prodotti e le date di consegna degli stessi verranno fornite nella prossima circolare.

    Per maggiori informazioni consigliamo di visionare sul nostro sito http://www.apicoltoripn.it/index.php/8-blog/25-lotta-alla-varroa-2019 il “Piano di lotta alla varroa per il 2019 in Friuli Venezia Giulia”.